Chiamami al 333-8104830 or lumiz84(@)gmail.com

Di cosa si occupa un Digital Strategist?

Di cosa si occupa un Digital Strategist?

Il lavoro di un digital strategist è vario e molto ampio. In primis bisogna sottolineare che “digitale” non è solo “web”. Questo è un errore che spesso viene commesso anche da molti addetti ai lavori (vuoi solo per rapidità nella comunicazione ma è bene precisare).

Sostanzialmente possiamo dividere le attività in due filoni:

  1. costruire la presenza online e pianificare una strategia di comunicazione digitale per la tua attività.
  1. aiutarti a pensare “in digitale” per evolvere il tuo business. Non bisogna rivoluzionare tutto sia chiaro (alcune volte è necessario) ma solo ampliare, espandere oppure modificare qualche aspetto.

Non tutti hanno bisogno di tutto ovviamente! Io intanto mi sono portato avanti e sono andato a trovare una delle più grandi aziende innovative al mondo ovvero Google.

Alessandro Lumia in visita Googleplex a Mountain View

 

Ok, ora ho capito a metà! Ma in pratica cosa faremo in questa strategia digitale?

 

In pratica una digital strategy è un’insieme di attività strategiche e di marketing che sfruttano le potenzialità dei nuovi media digitali con l’obiettivo di ampliare i potenziali i clienti della tua attività e farti conoscere al grande pubblico, con tutti i vantaggi in termini di targeting e controllo dei costi, che offre oggi il canale online.

La strategia quindi non si occupa solo di pura operatività: realizzare le campagne pubblicitarie, mandare una newsletter e cosi via. Ma anche di attività legate all’individuazione degli obiettivi di business oppure di come il digitale possa aiutarti nella gestione dell’operatività quotidiana.

Ti faccio un esempio pratico sulla base di quanto appena detto: hai mai pensato a quali nuovi tool inserire nella gestione delle attività? Asana ad esempio. Questo strumento ti permetterà di tenere traccia delle attività e vendere come ottimizzare il tempo. Ottima soluzione per le realtà ad alto time consuming.

Oppure hai inserito o formato in azienda almeno una delle nuove figure lavorative che sono nate attraverso il digitale? La mia è proprio una di queste ma gli esempi non finiscono qui. Guarda come Talent Garden (una delle migliori scuole d’innovazione in Italia) sta progettando nuovi corsi e figure professionali.

 

NEWS MARZO 2020: sono stato selezionato proprio da Talent Garden per far parte del master in Digital Product Management,speriamo di riuscire a passare le selezioni per la borsa  studio!

 

Adesso mi è più chiaro. Prova adesso a definirmi gli step attraverso i quali realizzeremo la strategia digitale per la mia azienda.

 

Dopo un primo assessment sulle competenze e la situazione di partenza, quattro saranno le fasi in cui articoleremo la strategia:

  1. pianificazione;
  2. implementazione;
  3. misurazione;
  4. ottimizzazione.

Molti saranno gli elementi su cui lavorare. Dalla creazione di contenuti per aumentare la visibilità, alla definizione di un messaggio chiaro per definire meglio l’azienda agli occhi del consumatore, fino alla definizione precisa degli obiettivi digitali e di business.

Partire da qualcosa di concreto ed in particolare dai dati è fondamentale. Questo approccio viene definito “data driven approach”, approccio che ritengo ormai fondamentale all’interno dei meccanismi decisionali aziendali. Raccolti un bel pò di dati e metriche si verificano i risultati. Tutto è finalizzato al rendere i “dati actionable” cioè utili al fine della creazione di azioni business da intraprendere e all’apprendimento continuo.

Non dimenticheremo ovviamente la creatività e una bella dose di collaborazione (cliente avvisato!). Questi due elementi ben combinati tra di loro, valorizzazione dei dati e creatività, consentiranno una maggiore efficacia della strategia.

Come direbbe Avinash Kaushik:

… you have to love the data, because, they will be the best friends of your business!!